Sì o no ai cani al supermercato?

Assicurazione caneIn Italia, in oltre 300 supermercati i clienti possono già portare con se i loro cani in appositi carrelli.

Ma le opinioni a riguardo si dividono: c’è chi chiede di estendere questa possibilità e chi, invece, non approva la presenza degli animali nei negozi, soprattutto in quelli alimentari.

In effetti, fare la spesa con il proprio amico a quattro zampe semplifica la vita a chi non può lasciarli a casa da soli. Se il cane è abituato a stare in ambienti pubblici, al contatto con le altre persone e gli altri animali, non ci sono problemi a riguardo: è ovvio che in un supermercato ricco di odori e colori solo i cuccioli addestrati sono gestibili.

Il punto importante ed imprescindibile è che tutti i pet siano, però, vaccinati e al guinzaglio: questo obbligo può essere soggetto a variazioni in base ai regolamenti comunali. Infatti, in alcuni casi è previsto anche l’uso della museruola. Inoltre, sarà compito dei punti vendita vigilare e verificare che tutti gli animali che accedono in negozio siano in buone condizioni di salute, proprio come si fa in alcuni ospedali dove l’ingresso al cane è consentito solo dopo aver visionato il libretto delle vaccinazioni e le altre certificazioni veterinarie.

Chi, invece, è decisamente contrario all’accesso dei cani, avvalora la sua tesi affermando che gli animali sono veicoli di batteri e parassiti, che possono infettare involontariamente ciò che mangiamo e, quindi, anche l’essere umano. Propongono,però, una valida alternativa: attrezzare specifiche aree in cui gli animali possano aspettare tranquillamente i padroni intenti negli acquisti.

Sanità, aumento dei prestiti personali vantaggiosi

prestiti vantaggiosiNon mancano le opportunità, in materia di prestiti personali vantaggiosi, relative al soddisfacimento di quei bisogni legati alla tutela del proprio stato psicofisico, il miglior indice per indicare l’integrità a tutto tondo di una persona qualunque. Il dato registrato alla fine del 2015, poi, non fa altro che confermare questo dato, con il 4% delle richieste di finanziamento incentrate sull’assolvimento di spese mediche o interventi collaterali mirati alla cura del proprio essere. Continue reading

Le piante che curano i calcoli ai reni

calcolo-renaleI calcoli ai reni, spesso non danno sintomi ma in alcuni casi possono ostacolare il flusso dell’urina e causare dolorose infezioni. Inoltre, quando i calcoli sono diventati sufficientemente grandi possono urtare contro le pareti dell’uretere e provocare degli spasmi tremendi, le coliche.

Con l’aiuto della fitoterapia possiamo combattere questi fastidiosi problemi.

La pianta più indicata è la Phyllantus niruri, chiamata anche erba spacca pietra, per le sue capacità di sciogliere i calcoli.

In alternativa, potete assumere la linfa di betulla che favorisce l’eliminazione delle sostanze che formano i calcoli.

Va bene anche la gramigna, che stimola i reni e aiuta ad espellere i sali azotati.

La tintura madre di Solidago virga aurea ha un’azione diuretica intensa, ottima per i casi in cui è stato riscontrato una precipitazione di acido urico.

Nell’evenienza in cui soffrite di coliche provate l’ononide spinoso: ha un effetto calmante e antispasmodico sulla muscolatura dell’apparato urinario.

Consigli utili per eliminare i calcoli ai reni

Bevete almeno 1,5 l d’acqua al giorno, altrimenti i reni fanno più fatica ad eliminare le scorie.

Limitate l’apporto di proteine animali che aumentano i residui azotati, e diminuite drasticamente l’assunzione di sale, preferendo le spezie per insaporire i piatti.

Via libera alle verdure amare che stimolano i reni, e alla cipolla, che ha un potente effetto diuretico e favorisce l’eliminazione dell’acido urico.

Tenete sotto controllo il peso corporeo: l’obesità favorisce l’insorgenza dei calcoli renali.

Falsi miti a tavola

tazzina-di-caffe_h_partbQuante volte abbiamo sentito frasi del tipo «se vuoi diventare forte devi mangiare gli spinaci», oppure «una mela al giorno toglie il medico di torno» … Ma sarà davvero così? Cosa c’è di vero nelle credenze popolari sul cibo?

In effetti, è vero che gli spinaci contengano ferro, fondamentale la salute dei globuli rossi che apportano ossigeno ai muscoli mantenendoli attivi e tonici. Ma è anche vero che sono ricchi di ossalati, sostanza che rende il ferro meno assimilabile. Quindi, preferite le lenticchie che forniscono il doppio del ferro e non contengono gli ossalati.

Si diceva che il caffè facesse male al cuore. E’ stato dimostrato scientificamente che non è affatto così, anzi dosi moderate di caffè stimolano il muscolo cardiaco. E’, inoltre, un broncodilatatore e un antinfiammatorio.

Per quanto tempo da bambini abbiamo ascoltato la mamma che ci spronava a bere più latte del dovuto « perchè fa bene alle ossa» … Sì è vero che il latte contenga calcio, ma è anche fonte di grassi e zuccheri, per cui alla lunga può essere dannoso.

Ed ancora, pasta e riso integrale «aiutano ad eliminare la stitichezza» . Questo è un vero e proprio mito, perchè i cibi integrali se non bevi non possono fornire all’intestino quell’effetto benefico desiderato. Infatti, le fibre hanno bisogno di molta acqua per gonfiarsi e portare a termine la loro azione.

E la mela al giorno che toglie il medico di torno? Verissimo. E’ stato studiato che la pectina al suo interno, tiene sotto controllo il colesterolo e la quercetina riduce i danni ai polmoni dei fumatori.

Latti vegetali, un’ottima alternativa al latte tradizionale

latti-vegetali-veganiI latti vegetali sono un’ottima alternativa al latte vaccino e, quindi, utilissimi a chi è intollerante al lattosio o alle proteine del latte, a chi ha difficoltà digestive o soffre di colite, a chi ha il colesterolo alto e segue una dieta ipocalorica.

Inoltre, il latte vegetale è ideale per chi ha scelto di diventare vegano e vuole evitare tutti gli alimenti di origine animale.

Sono strutturalmente meno complessi ma forniscono una quantità sufficiente di nutrienti per un fabbisogno equilibrato.

Il latte di soia, può essere tranquillamente sostituito a quello vaccino a colazione e può essere aromatizzato alla vaniglia o al cacao. Dal punto di vista nutrizionale la soia è ricca di proteine vegetali che svolgono un’azione positiva contro il colesterolo cattivo e i trigliceridi.

Il latte di mandorle è molto versatile in cucina: può esser bevuto a colazione ma usato anche per preparare dolci e biscotti, frullati e gelati.

A differenza di altri, il latte di mandorle dà un buon apporto di calcio, antiossidanti e acidi grassi insaturi. Inoltre, le mandorle contengono magnesio, ferro, fosforo e le vitamine E, B1 e B2.

Il latte di cocco, rispetto a quello di soia, è significativamente più calorico perchè ha un alto contenuto di grassi, ma è privo di proteine, colesterolo e lattosio. Può essere considerato l’alternativa vegana della panna per preparare creme o vellutate.

Il latte di riso è una bevanda altamente digeribile grazie ai suoi zuccheri semplici: regolarizza l’intestino ed è adatto a persone con la sindrome del colon irritabile.

Modà: la band dei grandi successi

modàIl nuovo album dei Modà, Passione maledetta è già un successo. Per questa band dallo straordinario successo parlano direttamente i numeri. I loro dischi sono stati per 327 settimane ai vertici delle classifiche e su YouTube, i loro video hanno totalizzato la bellezza di 240 milioni di visualizzazioni: un gruppo da record!

Inoltre, Checco Silvestre e company sono stati l’unico gruppo italiano ad aver conquistato il disco di diamante per aver venduto 500.000 copie dell’album Viva i romantici.

Tenete presente che in Italia pochi artisti hanno raggiunto un traguardo del genere, tra cui  Ligabue, Vasco Rossi e Renato Zero.

La voce della band, Checco, definisce il loro ultimo lavoro come il racconto di un viaggio, di storie d’amore, di famiglie: il suo mondo, in fondo.

L’album Passione maledetta è composto da 10 brani, 4 dei quali diventeranno una minifiction dal gusto thriller, girata con 9 attori americani dai videomaker Fabrizio De Matteis e Matteo Alberti.

La canzone che apre il disco è stata scritta con il campione del Napoli Lorenzo Insigne, grande amico di Checco, Francesco è dedicata alla figlia Gioia e il brano California è stato scritto durante un lungo viaggio proprio in California.

La canzone che, invece, chiude l’album Stella cadente, che annuncia canterà  alla fine di ogni concerto, Silvestre la presenta come uno dei suoi lavori migliori, la canzone più bella che abbia mai scritto.

Nemmeno la minaccia del terrorismo può fermarli: il 18 giugno saranno a San Siro più forti di sempre e senza alcuna paura.

Investimenti sul mondo della finanza con i software moderni

piattaforma-trading-binarioIl trading online concentra una parte a dir poco rilevante degli investimenti effettuati, quotidianamente, dai grandi interpreti della finanza mondiale. Tuttavia, con l’implementazione dell’accesso internet alle varie piattaforme di intermediazione multimediale, il range dei soggetti coinvolti si è ampiamente allargato in favore di singole entità che mai avrebbero pensato di avventurarsi in un certo tipo di discorso economico-finanziario. Ecco perché il trading online rappresenta un approdo sicuro per quei trader dell’ultim’ora alla ricerca di un profitto alternativo, a patto però che si sia notevolmente preparati ai rischi e alle svolte negative tipiche del mercato azionario.

Innanzitutto, per cominciare a tradare nel migliore dei modi va fatta una sorta di autoanalisi interiore volta ad individuare quelli che potrebbero essere i punti di forza in campo finanziario. Qualora non ce ne siano, è opportuno lasciar perdere e virare su altro: sebbene possa apparire una considerazione alquanto drastica, avere le conoscenze e la tempra giusta per sopportare un certo tipo di pressione è assolutamente vitale per il perseguimento di un obiettivo di natura monetaria. Inoltre, il tutto va sempre accompagnato con un’oculata gestione del proprio portafoglio di investimenti, altrimenti le perdite si sommeranno ad un ritmo pressoché vertiginoso senza lasciare alcun scampo.

Investire nel mondo della finanza, quindi, è alla portata di tutti. Ma non ciò non deve precludere l’ausilio di software moderni come i broker online, delle piattaforme multimediali specializzate nell’intermediazione online (vai qui per capire meglio l’argomento: http://www.osservatoriofinanza.it/piattaforme-finanziarie) la cui trasparenza e sicurezza sono certificate dagli attestati di garanzia rilasciati dagli enti nazionali e sovranazionali a tutela delle innumerevoli transazioni finanziarie del mercato azionario. Fra i tanti vantaggi che i broker online offrono alla propria clientela di riferimento, ci sono bonus d’entrata, percentuali di vittoria molto alte, piattaforme per la formazione continua e molto altro ancora. Insomma, un universo telematico di opportunità finanziarie davvero efficaci.

Grande risalto va dato, fra le altre cose, agli strumenti di monitoraggio dei trend dei vari asset merceologici contemplati dai propri investimenti, un supporto tecnico e informativo assolutamente indispensabile per pianificare strategie efficaci e prevedere, anzitempo, quelli che saranno i cambiamenti del mondo della finanza. Un vantaggio non da poco per un’attività estremamente remunerativa.

Adele e il suo grande successo

Adele-attrice-nel-prossimo-film-di-DolanAdele Laurie Blue Adkins, meglio nota come Adele con il suo ultimo album 25, ha davvero spopolato. Negli Stati Uniti è stato il disco più venduto della settimana di debutto entrando nel Guinnes dei primati per la quarta volta!

Per non parlare , poi, di tutti i premi che ha ricevuto fino ad oggi: 86 su 186 nomination.

La cantante inglese, di soli 27 anni, ha vinto 10 Grammy, un Oscar per Skyfull, colonna sonora del film 007, e la medaglia come Membro dell’Ordine dell’Impero Britannico ricevuta dal principe Carlo in persona.

Qual è la sua forza? Indubbiamente la sua voce, limpida, calda e inconfondibile.

Adele è un’ artista semplice, che non ama fare grandi trasformazioni estetiche come Lady Gaga o Jennifer Lopez. Lei, canta e basta. Ha stravolto il mondo del pop con i suoi album che semplicemente riportano il numero dei suoi anni: 19, 21, 25. Il suo primo singolo Chasing Pavements, appena uscito, nel 2008, fu subito un successo mondiale.

Adele canta la sofferenza e le pene d’amore, ma allo stesso tempo, con la sua voce, ci consola.

Anche nel suo ultimo disco, 25, da cui è tratto il singolo Hello, ritroviamo il tema dell’amore ferito. La cantante comincerà il suo tour mondiale il 29 febbraio da Belfast : sarà qui in Italia il 28 e 29 maggio all’Arena di Verona.

Dopo un’emorragia alle corde vocali ha deciso di curare il fisico e l’alimentazione per mantenere la voce in perfetta forma. E così, è rifiorita e dimagrita, grazie anche all’aiuto del compagno Simon Konecki e al figlio di tre anni Angelo.

Trading binario, punti positivi e negativi rispetto ai contratti per differenza

soldi trading onlineNel campo del trading online sono diversi gli strumenti finanziari attraverso cui poter accedere al mercato azionario. Ovviamente il fine ultimo di ogni investitore, sia questo più o meno esperto, è quello di ottenere il maggior ricavo col minimo sforzo. Per far ciò, economisti e programmatori hanno elaborato sistemi estremamente sofisticati, indispensabili per una piena e completa osservazione dei dati più importanti.

Tra gli strumenti finanziari maggiormente utilizzati dagli investirori è impossibile non citare le opzioni binarie ed i contratti per differenza. Entrambi sfruttano appieno ogni possibilità messa a disposizione dal brooker, eppure, gli stessi, si differenziano nei modi e nell’approccio al sistema. Analizzeremo ora, dunque, quelle che sono le più grandi differenze, come le analogie, tra i suddetti strumenti.

  • Innanzitutto, come più volte scritto, prima di incamminarsi nel mondo del trading è bene fare esperienza attraverso le cosiddette demo. E’ qui che si evidenzia la prima differenza; i CFD, infatti, diversamente dalle opzioni binarie, consentono di utilizzare demo gratuite, pur senza costruire un conto iniziale. Nel primo caso, infatti, sarà necessario depositare una cifra che, in media, si attesta sui 250 euro.
  • La seconda e forse più grande differenza sta nel limite di tempo che le opzioni binarie impongono al trader di turno. Quest’ultimo, sarà obbligato a scegliere un periodo (minimo 30 secondi) nel quale l’oggetto esaminato prenderà una direzione positiva o negativa, a seconda del movimento dei mercati. Nel caso delle CFD, invece, non vi è limite nella scelta del tempo; in altre parole è possibile puntare su di un trend, fissando le lancette dell’orologio su di un qualsiasi orario.
  • La terza ed ultima differenza si manifesta nel momento dell’acquisto dei lotti, ovvero quantità minime negoziabili. Difatti, con i Contratti per Differenza saremo costretti, per acquistare i titoli di una qualsiasi società, ad acquistare altresì un numero prefissato di lotti. Ciò non avviene con le opzioni binarie, per le quali non vi è un limite prefissato.

Insomma, come avrete avuto modo di capire, i CFD sono strumenti maggiormente fruibili dagli esperti del settore, poiché implicano maggiori conoscenze della materia; le opzioni binarie, d’altro canto, sono di più facile utilizzo, tali da permetterne lo sfruttamento anche dei neofiti del trading. Consigliamo dunque, di partire con queste ultime (magari approfittando di un conto di trading in demo), per poi progredire con i contratti per differenza.

Donne d’Italia di Bruno Vespa

Bruno Vespa, il famoso giornalista che conduce Porta a Porta su Rai Uno, ha dedicato il suo ultimo libro Donne d’Italia alla moglie, sempre presente durante la stesura del libro e fonte d’ispirazione.bruno vespa donne italia

In questa ultima fatica letteraria, Vespa, racconta il potere femminile in Italia nell’arco di 20 secoli. Cita nel suo libro Cornelia, madre dei Gracchi e ideatrice dei salotti romani bipartisan, Fernanda Contri, nominata giudice costituzionale nel 1996, Monica Mandelli, direttore finanziario di Kkr, società specializzata nell’acquisizione delle imprese.

Secondo il famoso giornalista, l’italiana più potente della storia è stata Caterina de Medici, fiorentina nata nel 1529, divenne regina di Francia, quando lo zio Papa Clemente VII la diede in sposa a Enrico di Valois. Fu lei che portò a Parigi una ventata di novità come l’uso del profumo, importando l’acqua di Colonia dalla Germania, e fece conoscere numerose ricette italiane spacciate, poi, per francesi come l’anatra all’arancia e le crepes.

Nell’ambito della moda, Miuccia Prada ha fatto storia: elegante e simpatica ha conquistato il mondo negli anni ’80-’90, rivoluzionando il concetto di lusso con  una semplice borsa di nylon.

In politica, la più potente di sempre è stata Matilde, contessa di Canossa, vissuta nell’undicesimo secolo. Nel Medioevo, quando le donne erano considerate inferiori, la contessa riuscì a sottomettere i territori italici a nord del Vaticano.

Oggi, una come lei, in politica è Maria Elena Boschi, afferma Vespa. Una deputata carismatica ed instancabile che ha trasformato in ministeri alcune deleghe che non avevano un gran valore: Riforme, rapporti con il Parlamento e Attuazione del programma di governo.

Tutti la vogliono, ma lei rimane fedele al suo partito.