WhatsApp risulta una delle applicazioni più scaricate e utilizzate dagli utenti di tutto il mondo, in relazione alla possibilità di poter inviare messaggi di testo, immagini, file audio, file video, videochiamate all’interno di chat singolo o di gruppo. Anche l’applicazione WhatsApp comporta tuttavia un accumulo di spazio all’interno della memoria del dispositivo utilizzato. Come fare per liberare spazio su WhatsApp?

WhatsApp: quanto spazio occupa?

Anche l’applicazione di messaggistica istantanea rappresentata da WhatsApp si dimostra in grado di andare ad occupare uno spazio più o meno consistente all’interno della memoria del dispositivo utilizzato. Qualsiasi conversazione, oltre alle immagini, Gif, video, audio, andranno ad accumularsi in assenza di eliminazione rallentando le funzionalità dell’applicazione stessa con il trascorrere del tempo.

Utilizzando WhatsApp è frequente confondere allegati e audio dimenticandosi totalmente della loro presenza, aggravando lo stato della memoria fino alla conseguente notifica a richiesta dell’eliminazione di elementi interni a beneficio della memoria. Il rischio di intasare le funzionalità del proprio dispositivo potranno dipendere proprio dall’applicazione di messagistica istantanea.

Nell’eventualità del raggiungimento di memorizzazione massima di contenuti l’applicazione WhatsApp invierà all’utente una notifica di allerta bloccando successivamente qualsiasi attività fino a liberazione dello spazio avvenuta. L’accesso all’applicazione risulterà inabilitato fino alla cancellazione dei file i quali potranno tuttavia essere trasferiti e conservati tramite Pc o chiavetta USB.

Liberare spazio su WhatsApp: i passaggi da seguire

L’applicazione di WhatsApp risulta particolarmente pesante all’interno dello spazio occupato sul proprio smartphone, alla quale si andranno inoltre aggiungendo file audio, immagini, video e conversazioni conservate al suo interno.

Per procedere alla librazione dello spazio all’interno dell’applicazione di WhatsApp basterà seguire alcuni semplici passaggi evitando di ritrovarsi improvvisamente senza memoria disponibile all’interno del proprio dispositivo. Servendosi del default WhatsApp si potranno scaricare conversazioni e allegati dell’applicazione senza la necessità di provvedere ad una eliminazione periodica.

Per avviare il default di WhatsApp si dovranno aprire le ‘Impostazioni’ cliccando sulla voce specifica ‘Utilizzo dati e archivio’, andando a selezionare ‘Nessun media’, quindi ‘Quando utilizzi la rete mobile’, ‘Quando connesso tramite Wi-Fiì’ e infine ‘Quando sei in roaming’.

Volendo optare per la cancellazione dei soli file più pesanti all’interno dell’applicazione WhatsApp si potranno aprire le ‘Impostazioni’ cliccando sulle voci ‘Utilizzo dati e archivio e Utilizzo Archivio’. A questo punto si aprirà sullo schermo una sezione a riguardo della lista delle chat più pesanti, optando per un’eliminazione totale oppure personalizzata.

Le conversioni, comprese dei relativi allegati, potranno essere trasferite via email prima della cancellazione definitiva, andando a liberare soltanto lo spazio occupato in eccesso dalla memorizzazione di determinati file.