I benefici dell’olio di Enotera

Quali sono i benefici apportati all’organismo dall’olio di Enotera? La sua estrazione avviene per mezzo dei semi di un fiore, nello specifico la Primola, originaria delle aree del Nord America e dell’Inghilterra. Le tipologie del fiore utilizzate per l’estrazione dell’olio di Enotera risultano essere le Oenothera biennis e Oenothera lamarkiana.

Olio di Enotera: le proprietà benefiche

La pianta dalla quale si ricava l’olio di Enotera vanta una tradizione antica, utilizzata soprattutto dalle popolazioni degli indiani d’America contro le lesioni cutanee in abbinamento all’acqua calda. L’olio di Enotera può difatti essere assunto sia per via orale che per utilizzo topico, particolarmente indicato per il benessere della cute sotto proprietà elasticizzanti e idratanti.

L’olio di Enotera si dimostra in grado di migliorare lo stato della circolazione arteriosa e venosa, riducendo i livelli di colesterolo LDL all’interno del sangue, andando ad alleviare anche i dolori dovuti al ciclo mestruale femminile, incrementando la fertilità, intervenendo contro le infiammazioni, regolarizzando l’ovulazione femminile, contro dermatiti, orticaria, eczemi, ma anche contro l’invecchiamento cutaneo.

In commercio l’olio di Enotera può essere acquistato sotto diverse formulazioni e tipologie a seconda dell’utilizzo, via per orale oppure topica. In direzione della cute il prodotto deve risultare biologico, privo di solventi e sottoposto ad una procedura di estrazione a freddo. Le stesse caratteristiche si adattano anche all’assunzione orale nei dosaggi consigliati di un paio di volte al giorno.

Ad utilizzo orale si potranno inoltre reperire in commercio anche le perle di Enotera. Servendosi dell’olio di Enotera in direzione della cute si dovrà dapprima provvedere ad una pulizia e umidificazione dell’area per un massimo di quattro applicazioni giornaliere, sulla base della posologia di 500 mg di prodotto, rispettando le indicazioni riportate sulla confezione di acquisto.

Olio di Enotera: composizione e controindicazioni

L’olio di Enotera presenta una composizione a base di acidi oleici quali linoleico, gamma-linolenico, stearico, elagico, alfa-linoleico, beta-linoleico, diversi aminoacidi come fenilalanina, glicina, istidina, isoleucina, arginina, cistina, vitamina C, acidi grassi essenziali polinsaturi, minerali, fibre, Omega 6, acido gamma-linolenic.

L’olio di Enotera non presenta particolari controindicazioni, risultando adatto anche in presenza di noduli al seno al fine di ridurre il livello dell’infiammazione, dimostrandosi tuttavia sconsigliato ai soggetti affetti da schizofrenia ed epilessia, in presenza di sintomi quali vomito, dissenteria, nausea e mal di testa. In caso di manifestazione sintomatica ci si dovrà rivolgere immediatamente al parere del proprio medico curante, escludendo qualsiasi problematica a livello patologica.