Gattini che rimangono piccoli: esistono? Che razza sono?

Esistono delle razze di felini che restano sempre piccoli anche da adulti. Se pensate di prenderne qualcuno con questa caratteristica, è bene informarsi su quali razze è possibile puntare l’attenzione.

Se in natura esistono specie di gatti grandi che possono però mettere al mondo gattini più piccoli, esistono poche specie che per loro natura restano piccole anche in età adulta. Si tratta in particolare di razze come: Singapura, Munchkin o gatto bassotto, Gatto Lambkin, Gatto Dwelf, Cornish Rex e Devon Rex.

I gatti nani o più piccoli del normale, hanno spesso una malattia genetica conosciuta come “displasia ossea” che causa un anomalo sviluppo delle ossa e della cartilagine. Questo fa sì, che il gatto mantenga una statura piccola durante tutta la sua vita.

Razze di gatti nani

Gatto nano Singapura

Conosciuto come il più piccolo gatto domestico, è molto attivo e di compagnia. Si adatta perfettamente alla vita familiare ed è bene non lasciarlo da solo in casa ma prendere una compagnia, se si è soliti trascorrere lunghi periodi fuori casa.

Nonostante le sue ridotte dimensioni, è un gatto molto agile che ama salire sui mobili e per questo è bene correre ai ripari prima di adottarne uno. Muscoloso, con una piccola testa tonda, grandi guance specie nei maschi e orecchie appuntite. Ha degli occhi grandi, a mandorla, di colore rame, verde oro, dai contorni scuri.

Munchkin o gatto bassotto

A questo gatto si attribuisce la nascita della razza nana, cioè da lui sono nate tutte le razze nane dei gatti. Famoso per le sue zampe corte, a causa di un gene malfunzionante, ha il resto del corpo delle dimensioni di un felino tradizionale.

È un gatto che resta di piccole dimensioni ma allo stesso tempo robusto, con due grandi occhi, un peso che può raggiungere i 4kg, un’altezza di 33 cm, con un mantello corto, morbido e di vari colori. Ha un carattere dolce, e ama nascondere le cose che “brillano”. Si adatta alla famiglie e può vivere tranquillamente in casa.

Gatto Lambkin

Questa razza nasce dall’incrocio di Munchkin e uno felino appartenente a una razza non nana. Ha il pelo lungo, riccio, somiglia per questo ad un agnellino, con gli occhi verdi o blu, e ha una lunghissima coda. Anche se molto piccolo di dimensione, è in grado di saltare agilmente. Possiede un carattere giocherellone, tranquillo e si inserisce facilmente in ambienti familiari.

Il Gatto Dwelf

È un incrocio tra un gatto nano Munchkin, uno Sphynx e un American Curl. La sua caratteristica è la totale assenza di pelo, un piccolo corpo muscoloso, che lo rende robustoe le orecchie che lo fanno somigliare a un elfo. Possiede una lunga coda e le zampe anteriori più corte di quelle posteriori.

Cornish Rex

Piccolo, giocoso che somiglia a un cucciolo, la sua pelliccia è morbida e ondulata. La forma del suo viso e delle sue orecchie ricorda quella del gatto siamese, molto intelligente e loquace.

Devon Rex

Molto piccolo e intelligente, con orecchie talmente grandi da farle somigliare a quelle di un pipistrello, ha un corpo piccolo e sottile, il pelo mosso e riccio, che per genetica lo differenzia dal Cornish Rex e dei piccoli e simpatici baffi arricciati.