Prestiti per coppie con un figlio a carico

Per le giovani coppie che hanno un bambino piccolo urge il problema di avere denaro liquido, in questa guida prenderemo in esame i prestiti per coppie con un figlio a carico, cioè quelle bisognose di avere sempre denaro contante per far fronte alle spese che un bambino rappresenta nella sua fase di crescita.

Non solo pannolini, ma anche giocattoli, lettino, bagnetto, vestitini ecc., sono innumerevoli le spese che si devono compiere per un neonato, senza pensare ai costi per l’asilo e tutte le altre attività dispendiose a cui ogni genitore non può esimersi.

Come richiedere un prestito con figlio a carico

Il Ministero dell’economia e delle finanze ha stanziato dei fondi per le giovani coppi di età inferiore ai 35 anni finalizzato all’acquisto della prima casa. Il Fondo è stato istituito dalla Legge di Stabilità 2014 e prevede una garanzia statale del 50% della quota capitale. Oltre all’età le preferenze per ottenere il bonus vengono date alle coppie con figli, che sono quelle poi più bisognose degli aiuti economici. In questo modo il Governo vuole venire incontro ai giovani genitori con figli a carico, che sono già alle prese con un lavoro instabile e precario e che quindi spesso non mettono al mondo un figlio per i problemi economici a cui sono sottoposti.

Il mutuo richiesto non deve superare i 250mila euro, e l’intestatario del mutuo non deve possedere altre case. Sul sito della Consap e sul sito dell’Abi si possono verificare tutti gli istituti di credito che prendono parte all’iniziativa e possono quindi far accedere la coppia al Fondo per il mutuo.

Per chi ha acquistato già una casa e sta pagando il mutuo si può richiedere la sospensione temporanea delle rate in virtù del Fondo di Solidarietà attivo dal 2010 e rifinanziato per il biennio 2014- 2015. Le rate possono essere sospese per un massimo di 18 mesi, periodo durante il quale si può tentare di risolvere i problemi economici contratti.

I prestiti per i neogenitori

I neogenitori hanno un accesso privilegiato ai prestiti, grazie al fondo “nuovi nati”, che sostituisce il fondo “credito nuovi nati2, che offriva la possibilità di richiedere 5000 euro di finanziamento da restituire in 5 anni a tasso agevolato in virtù del fondo appositamente creato. Per maggiori informazioni si può consultare il sito fondonuovinati.it, dove trovare i tassi di interesse, i requisiti, il capitale massimo da poter richiedere e soprattutto la durata massima del prestito personale, che ricordiamo è stato istituito per i genitori con figli a carico.

Comments are closed.