Category Archives: Intrattenimento

Musei d’Italia

museiita_apreE’ un momento d’oro per l’arte italiana: nel 2015 i nostri musei hanno ospitato 43 milioni di visitatori. Grazie anche all’iniziativa del ministero dei Beni Culturali che di domenica prevede l’accesso gratuito alle gallerie: dai Musei Vaticani agli Uffizi, non avrai che l’imbarazzo della scelta.

Se non ami ,però, le code chilometriche agli sportelli, ecco alcuni musei ugualmente eccezionali ma meno affollati.

Nella Pinacoteca Nazionale di Siena puoi ammirare i capolavori assoluti del ‘300, quando la pittura era ancora limpida e libera dalle influenze pscoanalitiche come accaduto  in seguito.

In questa galleria non perderti L’Annunciazione di Ambrogio Lorenzetti del 1334.

Premiato come museo italiano più bello dalla rivista specializzata Artribune, il Madre di Napoli, nel quartiere Donna Regina, è stato ristrutturato negli anni ’90. Più che una collezione stabile, sono le mostre temporanee ad attrarre i visitatori.

Se sei in Calabria, visita il Museo Archeologico della Magna Grecia a Reggio Calabria. L’istituto conserva i due maestosi Bronzi di Riace.

Non si può non commentare il famoso Museo di Capodimonte di Napoli. Tre grandi opere al suo interno: L’Annunciazione di Tiziano, Morte di Seneca di Stomer, e Giudita che decapita Oloferne di Artemisia Gentileschi, una dei pochi artisti donna del Barocco.

La Galleria Nazionale delle Marche di Urbino espone un Piero della Francesca del 1464, Flagellazione. Famosa a livello mondiale, l’opera è un capolavoro assoluto dell’epoca.

Nella Pinacoteca di Brera potrai apprezzare 3 opere importanti: il Cristo Morto di Mantegna, la Cena di Emmaus di Caravaggio, e Il Bevitore di Arturo Martini.

Modà: la band dei grandi successi

modàIl nuovo album dei Modà, Passione maledetta è già un successo. Per questa band dallo straordinario successo parlano direttamente i numeri. I loro dischi sono stati per 327 settimane ai vertici delle classifiche e su YouTube, i loro video hanno totalizzato la bellezza di 240 milioni di visualizzazioni: un gruppo da record!

Inoltre, Checco Silvestre e company sono stati l’unico gruppo italiano ad aver conquistato il disco di diamante per aver venduto 500.000 copie dell’album Viva i romantici.

Tenete presente che in Italia pochi artisti hanno raggiunto un traguardo del genere, tra cui  Ligabue, Vasco Rossi e Renato Zero.

La voce della band, Checco, definisce il loro ultimo lavoro come il racconto di un viaggio, di storie d’amore, di famiglie: il suo mondo, in fondo.

L’album Passione maledetta è composto da 10 brani, 4 dei quali diventeranno una minifiction dal gusto thriller, girata con 9 attori americani dai videomaker Fabrizio De Matteis e Matteo Alberti.

La canzone che apre il disco è stata scritta con il campione del Napoli Lorenzo Insigne, grande amico di Checco, Francesco è dedicata alla figlia Gioia e il brano California è stato scritto durante un lungo viaggio proprio in California.

La canzone che, invece, chiude l’album Stella cadente, che annuncia canterà  alla fine di ogni concerto, Silvestre la presenta come uno dei suoi lavori migliori, la canzone più bella che abbia mai scritto.

Nemmeno la minaccia del terrorismo può fermarli: il 18 giugno saranno a San Siro più forti di sempre e senza alcuna paura.

Adele e il suo grande successo

Adele-attrice-nel-prossimo-film-di-DolanAdele Laurie Blue Adkins, meglio nota come Adele con il suo ultimo album 25, ha davvero spopolato. Negli Stati Uniti è stato il disco più venduto della settimana di debutto entrando nel Guinnes dei primati per la quarta volta!

Per non parlare , poi, di tutti i premi che ha ricevuto fino ad oggi: 86 su 186 nomination.

La cantante inglese, di soli 27 anni, ha vinto 10 Grammy, un Oscar per Skyfull, colonna sonora del film 007, e la medaglia come Membro dell’Ordine dell’Impero Britannico ricevuta dal principe Carlo in persona.

Qual è la sua forza? Indubbiamente la sua voce, limpida, calda e inconfondibile.

Adele è un’ artista semplice, che non ama fare grandi trasformazioni estetiche come Lady Gaga o Jennifer Lopez. Lei, canta e basta. Ha stravolto il mondo del pop con i suoi album che semplicemente riportano il numero dei suoi anni: 19, 21, 25. Il suo primo singolo Chasing Pavements, appena uscito, nel 2008, fu subito un successo mondiale.

Adele canta la sofferenza e le pene d’amore, ma allo stesso tempo, con la sua voce, ci consola.

Anche nel suo ultimo disco, 25, da cui è tratto il singolo Hello, ritroviamo il tema dell’amore ferito. La cantante comincerà il suo tour mondiale il 29 febbraio da Belfast : sarà qui in Italia il 28 e 29 maggio all’Arena di Verona.

Dopo un’emorragia alle corde vocali ha deciso di curare il fisico e l’alimentazione per mantenere la voce in perfetta forma. E così, è rifiorita e dimagrita, grazie anche all’aiuto del compagno Simon Konecki e al figlio di tre anni Angelo.

Donne d’Italia di Bruno Vespa

Bruno Vespa, il famoso giornalista che conduce Porta a Porta su Rai Uno, ha dedicato il suo ultimo libro Donne d’Italia alla moglie, sempre presente durante la stesura del libro e fonte d’ispirazione.bruno vespa donne italia

In questa ultima fatica letteraria, Vespa, racconta il potere femminile in Italia nell’arco di 20 secoli. Cita nel suo libro Cornelia, madre dei Gracchi e ideatrice dei salotti romani bipartisan, Fernanda Contri, nominata giudice costituzionale nel 1996, Monica Mandelli, direttore finanziario di Kkr, società specializzata nell’acquisizione delle imprese.

Secondo il famoso giornalista, l’italiana più potente della storia è stata Caterina de Medici, fiorentina nata nel 1529, divenne regina di Francia, quando lo zio Papa Clemente VII la diede in sposa a Enrico di Valois. Fu lei che portò a Parigi una ventata di novità come l’uso del profumo, importando l’acqua di Colonia dalla Germania, e fece conoscere numerose ricette italiane spacciate, poi, per francesi come l’anatra all’arancia e le crepes.

Nell’ambito della moda, Miuccia Prada ha fatto storia: elegante e simpatica ha conquistato il mondo negli anni ’80-’90, rivoluzionando il concetto di lusso con  una semplice borsa di nylon.

In politica, la più potente di sempre è stata Matilde, contessa di Canossa, vissuta nell’undicesimo secolo. Nel Medioevo, quando le donne erano considerate inferiori, la contessa riuscì a sottomettere i territori italici a nord del Vaticano.

Oggi, una come lei, in politica è Maria Elena Boschi, afferma Vespa. Una deputata carismatica ed instancabile che ha trasformato in ministeri alcune deleghe che non avevano un gran valore: Riforme, rapporti con il Parlamento e Attuazione del programma di governo.

Tutti la vogliono, ma lei rimane fedele al suo partito.

Mustang: un film che fa riflettere

mustangLe strade di Istanbul e di Ankara si riempiono ogni giorno di ragazzi e ragazze che manifestano contro il presidente Erdogan, che cercano e chiedono libertà, che invocano il diritto all’uguaglianza e all’istruzione.

E’ proprio questo che la regista Deniz Gamze Erguven porta al cinema.

Mustang racconta cosa significhi essere una ragazza oggi in Turchia: la donna è considerata solo moglie e madre, non ha libertà nè diritti, non può scegliere ciò che vuole per se stessa, non ha diritto ad un’adeguata istruzione o a lavorare dove più le piace. Tutto questo le è negato perchè la storia del suo paese non si evolve, non si aggiorna ma rimane fortemente ancorata ad un passato di oppressione e maschilismo.

Da qui l’idea di narrare la storia di 5 sorelle che si ribellano alle tradizioni, punite e chiuse in casa solo perchè avevano giocato con dei compagni di scuola maschi, un oltraggio!

Faranno di tutto per sfuggire alla legge islamica e ad uno zio severo ed opprimente.

Il film è stato presentato al Quinzaine des Realisateurs al Festival di Cannes 2015 riscuotendo un gran successo. Ha vinto il premio Label Europa Cinemas: è considerata un’opera che lascia ben sperare nel futuro e che pone le basi per una profonda riflessione in tema di violenza e abusi sulle donne.

« Oggi la società s’interroga sulla difesa dei diritti elementari come l’educazione delle ragazze. E’ una strada lunga, ma ho fiducia nel domani del mio Paese» afferma fiduciosa la regista del film.