Category Archives: Intrattenimento

Le cose da sapere se non hai visto Il trono di spade

Game-of-Thrones-Il 25 aprile parte su Sky Atlantic la sesta stagione de Il trono di spade in lingua originale, ed il 2 maggio andrà in onda la versione in italiano.

La serie, basata sui romanzi di George Martin, è vincitrice di ben 26 Emmy Awards ed, ad oggi, è trasmessa in 173 Paesi.

Ecco quello che c’è da sapere se non hai mai visto la serie e vuoi recuperare il tempo perso.

Ambientato ai tempi del Medioevo, 7 casate lottano per conquistare il Trono di Spade, simbolo del potere e del controllo sugli altri regni. La vicenda risulta lunga e tortuosa: sanguinose guerre, dinastie che si sfidano tra di loro, vincitori e perdenti, amori e vendette.

Nella quinta stagione Sansa Stark, principessa del regno di Grande Inverno, fugge dal marito Ramsay Bolton, che l’ha sposata contro il suo volere. Tyrion Lannister governa la città di Meeren e John Snow, della dinastia dei Stark, è stato ucciso dai suoi compagni.

Cosa accadrà nella sesta stagione? Il pubblico è in trepidante attesa.

La stagione in arrivo è l’unica a non essere frutto di romanzi, poichè Martin non ha ancora concluso il libro. I fan, però, non resteranno delusi, perchè Weiss, il regista, è l’unico a conoscere il finale della saga: glielo ha rivelato lo scrittore quando ha ceduto i diritti per portare i romanzi in Tv.

Curiosità: ogni puntata è costata 10 milioni di dollari per un totale di 100 milioni.

I libri della prima settimana di aprile

sp2Il delitto del conte Neville

Ameliè Nothomb, puntuale come un orologio, ha pubblicato il suo 23esimo romanzo, uno all’anno, fissando la prima uscita in Francia, come sempre.

Il delitto del conte Neville è un breve racconto che racchiude gli elementi distintivi della scrittrice: il noir, dialoghi surreali e un po’ di autobiografia.

Il conte Neville è un aristocratico in rovina disposto a tutto per mantenere vivo il suo casato.

Ebbene sì, è lui l’assassino. Questo lo scopriamo subito, al contrario non sappiamo di chi.

La profezia fatta da una chiaroveggente lo avverte che da lì a poco ucciderà qualcuno: angosciato dalla rivelazione, il conte farà di tutto per sfuggire al suo destino.

Il caso Spotlight che ha sconvolto la Chiesa

Dal libro al film, e dritti all’Oscar. Il romanzo Tradimento, firmato dallo Staff del Boston Globe, ha portato alla luce il più grande scandalo di pedofilia nella Chiesa Cattolica di tutti i tempi. L’inchiesta portata avanti da eroici e determinati giornalisti ha costretto alle dimissioni il potente arcivescovo di Boston.

Daniel Steel e il suo Gioco di potere

Fiona Carson, brillante donna in carriera, laureata col massimo dei voti ad Harvard, è l’amministratore delegato di una società high-tech miliardaria.

Una donna seducente e potente ai vertici del sistema in un mondo di soli uomini.

Marshall, ha il suo stesso ruolo ma meno problemi, è un uomo!

Entrambi lotteranno per il potere: quale sarà il prezzo da pagare per la vittoria?

La grande mostra milanese dedicata a Herb Ritts

PinkClouds_HerbRitts_4Herb Ritts, americano ( 1952-2002) è uno dei fotografi più grandi di sempre.

Noto per il suo inconfondibile stile bianco e nero, negli ’80-’90 ha immortalato le star del cinema, della moda e della politica.

Per la priva volta Ritts è il protagonista di una mostra a Milano, intitolata In Equilibrio.

Fino al 5 giugno, potrete ammirare i suoi scatti a Palazzo della Ragione.

Per Ritts, la fotografia è la pura percezione delle persone, ciò che le fa essere quelle che sono senza trucchi e senza inganni.

A prova di ciò sono presenti nella galleria gli scatti-icona di personaggi e amici, da Madonna a Mel Gibson fino a David Bowie.

L’artista non adoperava un progetto fisso, ma per ogni personaggio ritratto sapeva inventare una creazione unica. La grande attenzione per i dettagli era fondamentale.

Ritts fu il simbolo e creatore della mentalità dominata dal culto del corpo degli anni ’80-’90.

Proprio allora nacque la moda delle palestre e del fisico scolpito.

Infatti, parte della mostra è dedicata al lavoro fotografico svolto sulla fisicità ispirato all’ideale di bellezza della Magna Grecia. Di quello studio fa parte l’ormai celebre scatto con le modelle più famose del momento: Stephanie Seymour, Cindy Crawford, Tatjana Patitz, Christy Turlington e Naomi Campbell.

Grazie alla sezione dedicata al viaggio in Africa conosciamo un lato di Ritts poco noto.

Ma quello che lega queste foto con le altre opere è la luce naturale.

Domare la luce solare nell’Africa dei Masai ha conferito al suo bianco e nero una personalità carica ed uno stile semplice e minimal.

Vinyl, la serie TV più attesa dell’anno

record-player-bwVinyl, la serie firmata Martin Scorsese e Mick Jagger racconta la New York degli anni 70.

Una coppia così non si era mai vista: Vinyl è stata creata dall’idea del celebre regista con la partecipazione del cantante dei Rolling Stones che ha curato la selezione delle musiche.

In Italia andrà in onda su Sky Atlantic ma non si sa ancora quando.

Il protagonista della storia è Richie Finestra, interpretato da Bobby Cannavale, produttore musicale e proprietario del marchio American Century Records. La sua società è in crisi.

Questo lo spingerà a trovare nuove celebrità tra gruppi rock-punk e artisti della black music.

Intanto, sorgono problemi anche nella sua vita privata: la moglie Devon, Olivia Wilde, ex modella della Factory di Andy Warhol, stanca della sua vita da casalinga vorrebbe tornare indietro nel tempo.

Vinyl è stato un tuffo nostalgico nel passato. Come tutti sappiamo, gli anni 70 sono stati anni incredibili e irripetibili per il mondo della musica: si poteva creare qualsiasi tipo di sound contaminandolo con nuovi suoni e melodie. La società cambiava e la musica con essa.

Inoltre, Jagger ha voluto che nel cast fosse inserito anche suo figlio James, nei panni del cantante di un giovane gruppo.

Scorsese e Jagger avevano da tempo l’intenzione di realizzare un film sul rock, ma nel corso degli anni hanno raccolto così tanto materiale da dover trasformare una pellicola di qualche ora in una serie più lunga. Non ci resta che aspettare.

The danish girl con Eddie Redmayne

the-danish-girlDal 18 febbraio è nelle sale cinematografiche italiane il film The danish girl il cui protagonista è Einar Wegener, pittore transgender del 900, tra i primi a sottoporsi ad un intervento chirurgico radicale per diventare donna.

L’attore che interpreta questo personaggio è Eddie Redmayne, vincitore del premio Oscar nel 2015 per il film La teoria del tutto dove si è calato nei panni del formidabile e brillante scienziato Stephen Hawking.

Il suo aspetto da appena ventenne cela, in realtà, i suoi 34 anni appena compiuti.

L’attore inglese, eletto il più elegante d’Inghilterra secondo gli esperti di moda, ha interpretato questo ruolo con estremo rispetto verso un mondo ancora così poco conosciuto all’epoca.

Redmayne ha raccontato che ci sono voluti ben 15 anni affinchè questa storia, così problematica, potesse diventare un film che spiegasse con delicatezza il punto di vista di un transgender senza giudizi nè pregiudizi.

L’attore ha affrontato questo percorso con grande impegno: ha dovuto studiare i cambiamenti emotivi e fisici di un uomo che ha avuto il coraggio di mostrarsi per primo alla società proprio come intendeva essere. E così, con una parrucca rossa, in un attimo Einar diventava la danish girl Lili.

La sua speranza più grande è che, grazie a questo film, venga incoraggiato il dibattito su una legge mondiale contro l’omofobia e la transfobia.

Eddie Redmayne con questa pellicola è di nuovo in corsa per l’Oscar. A detta di molti, non poteva essere altrimenti.

Accessori per l’estate

Moda e ambienteSulle passerelle è già primavera. Sfilano i nuovi accessori previsti per l’estate 2016: non dovrai aspettare molto, alcuni di questi dettagli sono perfetti da indossare anche in questo periodo.

La sacche e gli zaini hanno le forme perfette per la bella stagione perchè donano subito un’aria di vacanza, ma puoi usarli anche adesso per un week-end fuori città o per una pausa pranzo nel verde: comode e capienti sono l’ideale per una passeggiata o una fuga dalla quotidianeità. Sceglili in pelle o in tessuto, ma non esagerare con le fantasie troppo sportive che fanno sacca da palestra.

La collana a catena, in stile Chanel, a più giri intorno al collo. Va indossata con i capelli corti o legati e senza orecchini: abbinala a scolli rotondi o a barca, ma anche con una t-shirt bianca fa la sua figura.

In strada spopolano i boots e gli anfibi, in passerella sfilano le calzature a punta, un modo per rilanciare la femminilità: non sono comode come le stringate ma sicuramente più eleganti e adatte a gonne e pantaloni senza calze.

Gli occhiali a maschera: le nuove montature sono grandissime ed avvolgenti. Non preoccuparti se risultano sproporzionate rispetto al tuo viso, è proprio questo l’effetto che devono fare.

La cintura, quest’anno può essere alta o bassa, di pelle o di tessuto, annodata sul soprabito o indossata su un jeans: chic ma anche pratica, è quel tocco in più da non sottovalutare.

Saranno di grande tendenza quest’estate gli orecchini etnici: variopinti ma sofisticati. Sfoggiali di sera su un bell’abito lungo, colorato e con una pettinatura raccolta: sarai impeccabile.

Musei d’Italia

museiita_apreE’ un momento d’oro per l’arte italiana: nel 2015 i nostri musei hanno ospitato 43 milioni di visitatori. Grazie anche all’iniziativa del ministero dei Beni Culturali che di domenica prevede l’accesso gratuito alle gallerie: dai Musei Vaticani agli Uffizi, non avrai che l’imbarazzo della scelta.

Se non ami ,però, le code chilometriche agli sportelli, ecco alcuni musei ugualmente eccezionali ma meno affollati.

Nella Pinacoteca Nazionale di Siena puoi ammirare i capolavori assoluti del ‘300, quando la pittura era ancora limpida e libera dalle influenze pscoanalitiche come accaduto  in seguito.

In questa galleria non perderti L’Annunciazione di Ambrogio Lorenzetti del 1334.

Premiato come museo italiano più bello dalla rivista specializzata Artribune, il Madre di Napoli, nel quartiere Donna Regina, è stato ristrutturato negli anni ’90. Più che una collezione stabile, sono le mostre temporanee ad attrarre i visitatori.

Se sei in Calabria, visita il Museo Archeologico della Magna Grecia a Reggio Calabria. L’istituto conserva i due maestosi Bronzi di Riace.

Non si può non commentare il famoso Museo di Capodimonte di Napoli. Tre grandi opere al suo interno: L’Annunciazione di Tiziano, Morte di Seneca di Stomer, e Giudita che decapita Oloferne di Artemisia Gentileschi, una dei pochi artisti donna del Barocco.

La Galleria Nazionale delle Marche di Urbino espone un Piero della Francesca del 1464, Flagellazione. Famosa a livello mondiale, l’opera è un capolavoro assoluto dell’epoca.

Nella Pinacoteca di Brera potrai apprezzare 3 opere importanti: il Cristo Morto di Mantegna, la Cena di Emmaus di Caravaggio, e Il Bevitore di Arturo Martini.

Modà: la band dei grandi successi

modàIl nuovo album dei Modà, Passione maledetta è già un successo. Per questa band dallo straordinario successo parlano direttamente i numeri. I loro dischi sono stati per 327 settimane ai vertici delle classifiche e su YouTube, i loro video hanno totalizzato la bellezza di 240 milioni di visualizzazioni: un gruppo da record!

Inoltre, Checco Silvestre e company sono stati l’unico gruppo italiano ad aver conquistato il disco di diamante per aver venduto 500.000 copie dell’album Viva i romantici.

Tenete presente che in Italia pochi artisti hanno raggiunto un traguardo del genere, tra cui  Ligabue, Vasco Rossi e Renato Zero.

La voce della band, Checco, definisce il loro ultimo lavoro come il racconto di un viaggio, di storie d’amore, di famiglie: il suo mondo, in fondo.

L’album Passione maledetta è composto da 10 brani, 4 dei quali diventeranno una minifiction dal gusto thriller, girata con 9 attori americani dai videomaker Fabrizio De Matteis e Matteo Alberti.

La canzone che apre il disco è stata scritta con il campione del Napoli Lorenzo Insigne, grande amico di Checco, Francesco è dedicata alla figlia Gioia e il brano California è stato scritto durante un lungo viaggio proprio in California.

La canzone che, invece, chiude l’album Stella cadente, che annuncia canterà  alla fine di ogni concerto, Silvestre la presenta come uno dei suoi lavori migliori, la canzone più bella che abbia mai scritto.

Nemmeno la minaccia del terrorismo può fermarli: il 18 giugno saranno a San Siro più forti di sempre e senza alcuna paura.

Adele e il suo grande successo

Adele-attrice-nel-prossimo-film-di-DolanAdele Laurie Blue Adkins, meglio nota come Adele con il suo ultimo album 25, ha davvero spopolato. Negli Stati Uniti è stato il disco più venduto della settimana di debutto entrando nel Guinnes dei primati per la quarta volta!

Per non parlare , poi, di tutti i premi che ha ricevuto fino ad oggi: 86 su 186 nomination.

La cantante inglese, di soli 27 anni, ha vinto 10 Grammy, un Oscar per Skyfull, colonna sonora del film 007, e la medaglia come Membro dell’Ordine dell’Impero Britannico ricevuta dal principe Carlo in persona.

Qual è la sua forza? Indubbiamente la sua voce, limpida, calda e inconfondibile.

Adele è un’ artista semplice, che non ama fare grandi trasformazioni estetiche come Lady Gaga o Jennifer Lopez. Lei, canta e basta. Ha stravolto il mondo del pop con i suoi album che semplicemente riportano il numero dei suoi anni: 19, 21, 25. Il suo primo singolo Chasing Pavements, appena uscito, nel 2008, fu subito un successo mondiale.

Adele canta la sofferenza e le pene d’amore, ma allo stesso tempo, con la sua voce, ci consola.

Anche nel suo ultimo disco, 25, da cui è tratto il singolo Hello, ritroviamo il tema dell’amore ferito. La cantante comincerà il suo tour mondiale il 29 febbraio da Belfast : sarà qui in Italia il 28 e 29 maggio all’Arena di Verona.

Dopo un’emorragia alle corde vocali ha deciso di curare il fisico e l’alimentazione per mantenere la voce in perfetta forma. E così, è rifiorita e dimagrita, grazie anche all’aiuto del compagno Simon Konecki e al figlio di tre anni Angelo.

Donne d’Italia di Bruno Vespa

Bruno Vespa, il famoso giornalista che conduce Porta a Porta su Rai Uno, ha dedicato il suo ultimo libro Donne d’Italia alla moglie, sempre presente durante la stesura del libro e fonte d’ispirazione.bruno vespa donne italia

In questa ultima fatica letteraria, Vespa, racconta il potere femminile in Italia nell’arco di 20 secoli. Cita nel suo libro Cornelia, madre dei Gracchi e ideatrice dei salotti romani bipartisan, Fernanda Contri, nominata giudice costituzionale nel 1996, Monica Mandelli, direttore finanziario di Kkr, società specializzata nell’acquisizione delle imprese.

Secondo il famoso giornalista, l’italiana più potente della storia è stata Caterina de Medici, fiorentina nata nel 1529, divenne regina di Francia, quando lo zio Papa Clemente VII la diede in sposa a Enrico di Valois. Fu lei che portò a Parigi una ventata di novità come l’uso del profumo, importando l’acqua di Colonia dalla Germania, e fece conoscere numerose ricette italiane spacciate, poi, per francesi come l’anatra all’arancia e le crepes.

Nell’ambito della moda, Miuccia Prada ha fatto storia: elegante e simpatica ha conquistato il mondo negli anni ’80-’90, rivoluzionando il concetto di lusso con  una semplice borsa di nylon.

In politica, la più potente di sempre è stata Matilde, contessa di Canossa, vissuta nell’undicesimo secolo. Nel Medioevo, quando le donne erano considerate inferiori, la contessa riuscì a sottomettere i territori italici a nord del Vaticano.

Oggi, una come lei, in politica è Maria Elena Boschi, afferma Vespa. Una deputata carismatica ed instancabile che ha trasformato in ministeri alcune deleghe che non avevano un gran valore: Riforme, rapporti con il Parlamento e Attuazione del programma di governo.

Tutti la vogliono, ma lei rimane fedele al suo partito.