Funghi trifolati: ingredienti, preparazione e ricette

Funghi trifolati

I funghi sono un alimento molto diffuso nella cucina italiana. Li troviamo anche in giro per i boschi, anche se si consiglia di comprarli perché quelli selvatici spesso sono velenosi.

Ad ogni modo una delle ricette più facili è quella che riguarda i funghi trifolati, ma attenti che esistono tanti variati e metodi di cuocerli, quindi non sono sempre uguali.

Quali sono le ricette più gustose e usate che riguardano i funghi trifolati?

Ingredienti dei funghi trifolati classici

Come cuocere o preparare i funghi trifolati? La ricetta tipica, classica, quella da sempre usata anche per avere un piatto “sfizioso” richiede solo 3 ingredienti, vale a dire:

  • Funghi
  • Aglio
  • Prezzemolo

Tagliare la radice del gambo. Lavare per bene i funghi in modo da eliminare la terra rimasta. Tagliarli di lungo, iniziando dalla cappella. Nella parte dove c’è il gambo, il taglio lungo e sottile deve riprendere anche questa parte del fungo.

Si mette un filo d’olio in padella e si da dorare uno spicchio d’aglio. Poi si versano i funghi e il prezzemolo. A questo punto si da una prima rosolata. Si aggiunge l’acqua e si aggiusta il sapore con il sale. Si lascia cuocere per 20 minuti, a fiamma moderata. Aggiungere acqua se si asciugano.

Preparazioni “alternative”, ma facile

I funghi trifolati possono avere delle varianti. In realtà ogni regione ha un metodo suo di cuocerli, anche se poi si chiamano sempre funghi trifolati.

Utilizzando gli stessi ingredienti di prima, possiamo aggiungere del vino bianco invece dell’acqua. Questo gli regala un sapore molto più acuto, ma che è anche intenso.

Per avere un sapore molto più intenso il taglio del fungo può essere anche a tocchettini o maltagliati.

Zuppetta con funghi trifolati, che bontà

Per una buona “zuppetta” fredda, buona sia in estate che in inverno, sono i funghi trifolati a cui si aggiungono poi i fagioli. Anche in questo caso la ricetta è molto semplice.

Prima si devono cuocere i fagioli, con sale e aglio. Quando arrivano a metà cottura, si spengono e si lasciano lessare. In questo modo si terminano di cuocere. Intanto si cuociono dei funghi, ma in modo da avere dei funghi trifolati con la salsiccia.

Cosa si fa? Si deve sbriciolare la salsiccia, in un tegame antiaderente. I funghi tagliati vengono uniti insieme all’aglio, ma senza il prezzemolo. In questo caso si usa del timo. Si aggiunge l’acqua dei fagioli.

Una volta che sono cotti, si uniscono i fagioli in modo da scaldarli e insaporirli con i funghi. Attenzione ad aggiustare il sapore con il timo, in modo che ci sia un buon profumo nell’aria.