Scalda salviette elettrico: cos’è, a cosa serve e dove si compra?

Comodità in casa, vuol dire ambiente domestico piacevole, ma anche funzionale. Lo scalda salviette elettrico è un “elettrodomestico”, se cosi lo possiamo definire, molto usato nelle zone montane, con rigidi inverni.  Tuttavia, ora si nota che il suo utilizzo viene apprezzato in tutta Italia, da Nord a Sud, indipendentemente dal clima.

Non tutti sanno esattamente cosa sia uno scalda salviette elettrico e come funziona. Si tratta di una tipologia particolare di “termosifoni” che permette di asciugare accappatoi, asciugamenti. Inoltre è utile per asciugare delle salviette in tessuto, ma anche indumenti vari.

Solitamente è una struttura che si installa in bagno, dove si è notato un ottimo aiuto anche per ridurre la condensa che si forma in questo ambiente di casa. Secondo gli ultimi studi, si è notato che un bagno in possesso di uno scalda salviette ha una riduzione della presenza di muffa pari al 38% in meno. Questo è un effetto “passivo” dell’utilizzo di questa struttura poiché essa è stata studiata per un altro scopo.

In bagno è sempre utile

L’ambiente ideale dello scalda salviette elettrico è, per antonomasia, il bagno, ma oggi lo troviamo anche in:

  • Piscina
  • SPA
  • Angolo lavatoio

In effetti si sta assistendo ad un nuovo utilizzo di questa struttura, vale a dire anche quello di poter asciugare indumenti leggeri, come intimo oppure pigiami e camicie. Tuttavia, rimane confermato che il suo scopo principale è quello di poter asciugare accappatoio e altri tessuti che usiamo in bagno.

Perché è utile avere lo scalda salviette elettrico? Ebbene gli asciugamani non si mettono certo a lavare ogni volta che ci laviamo le mani per l’appunto. Se si ha questo modo di “vivere” saremo costretti a fare decine di lavaggi al giorno, avendo spreco di acqua e anche usurando i tessuti.

Mentre se abbiamo uno scalda salviette elettrico possiamo mettere ad asciugare gli asciugami che sono umidi oppure anche accappatoi che sono appena bagnati. Di conseguenza, questo ci permette di avere anche un risparmio energetico ed idrico.

Scalda salviette elettrico, curiamo il design

Osservando i disegni e le strutture delle scalda salviette elettrico di appena 5 anni fa, notiamo una grata essenziale, quasi antipatica.

Oggi ci sono nuovi design che vengono studiati sia dalle case costruttrici che anche dagli stessi designer e architetti. Un bagno elegante deve avere uno scalda salviette elettrico, ma non che sia essenziale, anzi dovrebbe avere uno stile particolare. Sul mercato sono disponibili delle strutture:

  • Ovali
  • A goccia
  • Con appenderia esterna, per asciugare eventuali indumenti
  • Stilizzata
  • Coperta o invisibile
  • A scala
  • Taglio sfalsato

C’è ne veramente per tutti i gusti e per tutti i mood di arredamento usati.

Basso consumo sempre!

Lo scalda salviette elettrico si alimenta con l’energia elettrica domestica, quindi rappresenta comunque una spesa a cui stare attenti. Ci sono dei modelli che sono a basso consumo e che permettono di sfruttare un recupero del calore in modo da andare in standby e non richiedere altra energia elettrica. I modelli migliori di scalda salviette elettrico a basso consumo, sono:

  • Lo scalda salviette elettrico CORTINA con termostato
  • Il Fabinstore 500 W
  • Ercos ASTEE5001500

Questi sono stati dichiarati quelli più economici, a livello di consumi, direttamente dai clienti che li hanno acquistati e provati.