Costine alla birra: la ricetta per realizzarle

Un secondo piatto realmente molto saporito. Facile da preparare e buonissimo? Curiosi di sapere di cosa parliamo? Delle costine alla birra. Il costato del maiale ha una percentuale equa di polpa e di grasso. La cottura può essere al forno o alla brace. La cosa importante e che si riesce a mantenerle morbide. Il grasso si scioglie, insaporendo la polpa della carne.

Molte persone pensano che sia un piatto grasso. In realtà ci sono dei metodi di cottura per diminuire la presenza di adipe. Quali sono le problematiche che si affrontano nella preparazione di questa pietanza? Pochissime! La ricetta delle costine di maiale alla birra, è semplice. L’unica cosa di cui ci si deve preoccupare è della qualità della carne. Rivolgetevi al vostro macellaio, ma siate specifici nel chiederle con poco grasso.

La ricetta perfetta delle costine di maiale alla birra

La ricetta delle costine di maiale alla birra richiede che una cottura al forno. Così si ha una carne morbida e gustosa. Il segreto è quello di aggiungere delle erbe aromatiche. Esse sono indispensabili per eliminare il sapore della carne di maiale e il suo “olezzo”. La presenza delle spezie non la rende “amara” e elimina il suo “puzzo” strano.

Come preparare le costine alla birra? Gli ingredienti sono per 4 persone, sono:

  • 1 chilo di Costine di maiale non troppo grasse
  • 500 ml di Birra “bionda”, cioè chiara
  • 1 Cipolla di media grandezza
  • 3 rametti di Rosmarino intero
  • Polvere di rosmarino q.b.

Su internet troviamo molte varianti. Ci sono ricette che usano il burro. Mentre altre l’olio di oliva che deve cuocere. Ci sembra realmente eccessivo. Usando questi alimenti grassi, si crea un bomba ipercalorica. Il grasso che c’è sulle costine basterà ad ungere da solo, la pirofila. Non usate altro perché, la ricetta perfetta delle costine alla birra, vuole solo questi ingredienti.

Come si prepara?

La preparazione deve essere utile e bella. Utile perché si devono girare le costine alla birra mentre si cuociono. Bella da vedere perché si presenterà in tavola, la pirofila fumante, appena tolta dal forno. Prendete le costine e “infarinatele” nella polvere di rosmarino. Questo mitigherà l’odore della carne di maiale.

Ponetele nella pirofila in sequenza. La parte grassa deve essere a contatto con la base della pirofila. Usando questo trucchetto, il grasso si scioglierà immediatamente, isolando la carne è non facendola bruciare. Tagliate la cipolla finemente e versatela sulla carne insieme ai rametti di rosmarino.

Infornate per circa 10 minuti a 200° e giratele una volta. Vi state chiedendo che fine ha fatto la birra? Non ce la siamo bevuti durante la preparazione delle costine alla birra, tranquilli. Trascorsi i 10 minuti, scolate il grasso sciolto, se è realmente eccessivo, poi aggiungete la birra. Infornate nuovamente per altri 20 minuti a 180° rimescolandole fino a essiccazione della birra stessa.

Costine alla birra, con diverse varietà

“Birraioli” sapete che la birra non è tutta uguale? Si preferisce la birra chiara, chiamata “bionda”, perché è quella più comune, ma ce ne sono molte. Ogni tipologia regala anche dei sapori diversi che si possono riversare nella ricetta delle costine alla birra.  Le poniamo in elenco in modo da capire quale sia quella adatta a voi.

Usando la birra:

  • Chiara: la carne ha un sapore dolce e rimane morbida
  • Rossa: si regala un sapore deciso e una carne rosolata
  • Doppio malto: si elimina l’odore del maiale e si fa largo ad un sapore aromatico
  • La birra non filtrata: aiuta ad avere una carne più dura, ma fragrante

Tirando le somme diciamo che ogni birra ha un suo “carattere”. Scegliete bene quale sia la birra perfetta per le vostre costine alla birra.