Melanzane spinose: cosa sono, ricetta

Il chayote, un vegetale meglio conosciuto come melanzana spinosa, è una varietà della vasta famiglia delle Cucurbitacee che ha origine nei paesi costieri del Sud America, ma anche nelle isole, specie in Costa Rica. In Italia è conosciuta con altri nomi oltre che melanzana spinosa: zucca centenaria, melanzana americana, zucchina spinosa e tanti altri nominativi, anche se è più appropriato chiamare questo ortaggio sechio, un’italianizzazione del termine scientifico Sechium edule, oppure il nome spagnolo chayote. Andiamo a scoprire nel dettaglio cos’è e quali sono le ricette in cui il chayote viene utilizzato.

Piccola descrizione del chayote

La lunghezza massima della melanzana spinosa può essere di 15 cm mentre il colore va dal verde, quando il frutto è acerbo, mentre giallognolo quando è in fase di maturità e, quindi, commestibilità. Il seme, nella parte più interna, costituisce l’embrione, ed invece la polpa è la riserva di questo seme centrale. Le foglie e le radici del chayote sono commestibili anche, come il frutto, e possono essere conservate sott’olio e sotto aceto come asparagi o carciofi. Il chayote è estremamente povero in calorie (19 calorie in un etto di chayote), è ricco in vitamina C, B5 e B6, oltre ad agenti antinfiammatori.

Raccomandato nelle diete dimagranti, migliora anche la funzione cardiocircolatoria, rende forti le difese immunitarie (tiene alla larga le influenze stagionali e i raffreddori) e riduce il colesterolo nel sangue. Oltre a questo contiene tanti sali minerali, in particolare il calcio, il ferro, lo zinco e il fosforo, ed è raccomandato alle donne in gravidanza perché particolarmente ricco di acido folico e fibre.

Ricette con il chayote

Frittelle di chayote

Tempo di preparazione: 10 minuti + 20 minuti di cottura

Tot. porzioni: 4/5 porzioni

Difficoltà: decisamente bassa

Ingredienti

  • 2 melanzane spinose chayote
  • peperoncino, aglio, olio e sale quanto bastano

Preparazione

Sbucciare il frutto e, dopo averlo diviso a metà, affettatelo in porzioni fine di almeno 5 o 6 mm per rendere omogenea la frittura per tutti i pezzi. Nella padella l’olio deve essere versato abbastanza per coprire le fette di chayote. Prima di inserire i pezzi soffriggete appena uno spicchio di aglio, lasciandolo in camicia (con la buccia). Riponete le fette di chayote e fateli friggere a fuoco basso.

Dopo un minuto spolverate del peperoncino direttamente nell’olio perché il chayote assuma un colore più bruno. Lasciate cuocere le fette per un tempo sufficiente di 20 minuti e riponete su un piatto coperto di carta assorbente per asciugarli dall’olio eccedente. Ultimate con un ulteriore spolverata di peperoncino.