Nebrodi e dintorni: cosa vedere? Come arrivarci? Dove mangiare?

Il Natale è ormai alle porte e con esso arrivano anche le tante attese vacanze: la maggior parte delle famiglie italiane, per il periodo natalizio, è alla ricerca di una meta tranquilla dove trascorrere con serenità le feste. Una delle mete più rinomate è proprio la Sicilia, ricca di fantastiche attrazioni: una di queste sono proprio i monti Nebrodi, presenti sul territorio di Messina che costituiscono parte dell’Appennino siculo. Oggi scopriamo tutti sulle attrazioni presenti nei dintorni dei monti Nebrodi: come arrivare, cosa vedere e dove mangiare.Assieme alle Madonie e i Peloritani, i monti Nebrodi costituiscono parte dell’Appennino siculo: questa catena montuosa si colloca nella parte settentrionale della Sicilia, a Messina. Nei dintorni cresce rigogliosa la vegetazione, ricca di fauna e di flora: viene praticato, inoltre, un allevamento non particolarmente intensivo. Per la sua città vegetazione, il territorio nei pressi dei monti costituisce il Parco dei Nebrodi, una delle maggiori attrazioni presenti sul territorio così come i meravigliosi laghi.

Il Parco dei Nebrodi costituisce una delle attrazioni più suggestive presente nei dintorni dei monti: essa è la più vasta area protetta che ospiti la Sicilia, grazie ai suoi 86.000 km². Esso ospita diversi tipi di flora, in corrispondenza dell’altitudine. Nella fascia litoranea, possiamo trovare boschi sempre verdi di sughera mentre la fascia ad essa superiore (chiamata fascia mesomediterranea) ospita una grande vastità di boschi caducifogli. Inoltre, per quanto riguarda la fauna, troviamo una specie autoctona di maiale selvatico, cerbiatti, daini, volpi e caprioli. Un posto davvero suggestivo, incantevole e adatto ai più grandi e ai più piccoli.

Sempre nel territorio del parco dei Nebrodi, troviamo la Cascata del Catafurco, formata dalle acque del torrente San Basilio: questo è il luogo ideale per darsi al trekking e a delle fantastiche passeggiate. Inoltre, se decidete di visitarla nella stagione più calda, potrete fare un bagno rinfrescante nella così detta Marmitta dei Giganti: quest’ultima è una cavità naturale, sorta appunto grazie al continuo modellamento dell’acqua.Proprio per la grande quantità di turisti, negli ultimi anni sono sorti sempre più ristoranti nei dintorni dei Nebrodi: non si può fare una bella escursione, senza avere la pancia piena. Fra questi troviamo il ristorante “Al boschetto” a Ficarra, dove il menù offre un’ampia scelta di carni, nonché verdure a chilometro zero. Altro posto degno di nota è la trattoria Borrello a Sinagra, in provincia di Messina: qui potrete godere delle fantastiche degustazioni dei salumi locali.