Rete 5G: tutto quello che c’è da sapere

La prossima tecnologia del futuro spalancherà le porte alla rete 5G nel giro di pochi anni. La rete ultra veloce per l’accesso ad internet renderà più efficiente non soltanto la connessione ma anche il modo di lavorare all’interno di più settori connessi ai dati mobile o WiFi. Rispetto ai vecchi 2G, 3G, 4G la nuova rete 5G si presenta come un’innovazione tecnologica di tutto rispetto ampiamente anticipata nel corso dei mesi precedenti.

5G: le caratteristiche principali

Le precedenti reti 2,3 e 4G si servivano di bande a trasmissione specifica mentre la rete 5G assicura una connettività in grado di muoversi all’interno dello spettro della frequenza a 360 gradi, erogando servizi diversi tra loro. Ogni servizio eterogeneo potrà essere configurato adattandosi alle diverse parti della rete attraverso un unico insieme. Grazie alla rete 5G si potrà giocare online senza alcun problema legato ai rallentamenti di connessione, compreso il cloud gaming, senza la necessità di servirsi di un dispositivo potente.

I servizi in streaming si dimostreranno fluidi e senza alcun intoppo, andando a sostituire anche le recenti connessioni in fibra ottica, servendosi di un modem 5G. Il nuovo cambio di rete consentirà, dal punto di vista tecnologico, di rimanere sempre connessi ai propri dati online, servizi, notifiche, relative applicazioni, azzerando i fastidiosi passaggi da una rete all’altra in assegna di segnale. L’integrazione della rete 5G all’interno del territorio italiano richiederà un tempo medio-lungo al fine di soppiantare del tutto l’LTE, richiedendo un cambio non soltanto a livello di copertura ma anche di tutti i dispositivi connessi al 4G attuale.

La tecnologia LTE rimarrà in funzione ancora per il corso dei prossimi anni fino al 2021, continuando nel frattempo a potenziare la copertura 5G in modo tale da rendere attivo e disponibile un servizio del tutto innovativo senza necessità di migliorie. Ciascun operatore potrà appoggiarsi al proprio spettro di bande aprendo in tal senso una possibile falla a livello internazionale, sotto l’eventualità di un mancato supporto universale esteso a tutti i dispositivi in fase iniziale.

I blocchi di frequenza verranno assegnati tra i vari operatori tramite asta a bande differenti, mentre la velocità della rete 5G consentirà il raggiungimento di un picco fino a 20 Gbps. Il 5G sfrutterà inoltre alte frequenze radio a 300 GHz, contrariamente a quanto avviene per le frequenze attuali massime poste a 5 GHz. A limitazione dei danni per la salute causati dall’elettrosmog la rete 5G sarà inoltre sottoposta a tutti i controlli necessari rendendosi sicura al 100%.