Cognomi americani: quali sono i più belli e meno conosciuti?

Quali sono i cognomi americani più belli ma meno conosciuti a livello mondiale? Anche all’interno del territorio italiano si presentano numerose influenze americane in riferimento a termini tecnici specifici, nominativi di persone, usanze, prodotti, filmografia, letteratura, moda, musica e via elencando. Molti dei cognomi americani più diffusi si dimostrano conosciuti in tutto il mondo, fatta invece eccezione per i nominativi meno frequenti.

Cognomi americani: le versioni più conosciute

I cognomi americani più diffusi si sono serviti principalmente di serie Tv, pellicole cinematografiche, programmi, fiction, libri e musica, propagandosi a livello mondiale intesi sia come cognomi reali, sia come opzioni di pseudonimi artistici.

Le versioni dei cognomi americani più frequenti e conosciuti riportano nominativi quali: Smith, Williams, Johnson, Jones, Brown, Garcia, Miller, Davis, Rodriguez, Martinez, Hernandez, Moore, Jackson, Martin, Lopez, Wilson, Anderson, Thomas, Taylor, Lee, Perez, Thompson, Harris, White, Sanchez, Lewis, Clark, Robinson, Lewis, Allen, Young, King, Scott, Torres, Wright, Nguyen, Hill, Flores, Adams, Green, Nelson, Baker, Hall, Rivera, Campbell, Mitchell, Carter, Roberts, Gomez, Phillips, Evans, Turner, Parker, Diaz, Edwards, Cruz, Collins, Reyes, Stewart, Morris, Morales, Cook, Murphy, Rogers, Morgan, Ortiz, Gutierrez, Peterson, Cooper, Bailey, Reed, Kelly, Ramos, Kim, Howard, Ward, Watson, Cox, Gray, Castro, Carrillo, Cobb, Dawson, Doyle,  Armstrong, Jacobs, Mcguire, Miranda, Mitchell, Molina, Mcbride, Perry e molti altri ancora. 

Cognomi americani belli ma poco diffusi: la lista

Quali sono invece i cognomi americani più belli ma altrettanto poco conosciuti rispetto alla lista precedente delle versioni più frequenti? Anche in questo caso potrebbe rivelarsi utile e curioso apprendere le versioni meno classiche.

Tra i cognomi più belli e meno conosciuti si trovano: Blanchard, Valentine, Hale  Dillard, Wyatt, Blair, Spalding, Barlow, Aceveds, Noel, Puckett, Diamond, Knox, Vinson, Abbott, Bishop, Mullen, Lancaster, Foulger, Clegg, Lambert, Lawrence, Hooper, Wills, Boulding, Churchman, Copson, Firth, Graves, Worley, Batchelor, Gorman, Sells, Studridge, Jones, Lawrenson, Murray, Nunez, Page, Padilla, Perkins, Price, Pope, Zimmerman, Wolfe, Tran, Townsend, Soto, Solis, Silva, Sutton, Romero, Salinas, Singh, Pratt, Sandoval, Rojas, Ruiz, Ortega.

I cognomi meno diffusi a livello italo-americano si dimostrano invece essere: Arcidiacono, Alito, Aiello, Acker, Abagnale, Attanasio, Barbera, Ballard,  Bartiromo, Bellisario, Berlanti, Biasone, Blaine, Bryce, Buscema, Cunanan, Muggs, Dorsey, Hughes, Bancroft, Kimmel, Yosco, Lofaso, Lantz, Wiedemann, Nowak, Savant, Taradash, Tornei, Way, Zito, Ziegler, Zizzo, Zanzi.

All’interno degli Stati Uniti si trovano inoltre presenti diversi cognomi italiani, rappresentando una concentrazione particolarmente diffusa all’interno del paese, sotto molteplici influenze provenienti da tutto il mondo nelle versioni più diffuse e più rare.