Fiori bianchi e gialli: quali sono i più belli?

La botanica, così come lo studio generico dei fiori, è una scienza sicuramente affascinante, ma al di là delle caratteristiche scientifiche di essi, qual è il significato di ogni fiore, e cosa ne indica un colore preciso? Togliamoci questo dubbio!

Fiori bianchi: tipologie e caratteristiche

Il bianco è il colore per eccellenza dei bouquet da matrimonio, o dei fiori per una prima comunione, e soprattutto per il battesimo di un piccolo pargoletto, questo perchè il bianco è sinonimo di purezza e di castità , nel gergo antico, ma si è conservato molto anche nel linguaggio moderno. Si usa regalare un fiore bianco, se ci fate caso, per ogni ricorrenza “ecclesiastica” se così possono essere definite. Presuppongono tutte una purezza d’animo. Anche per questo portando l’esempio delle rose bianche, sono  le più costose, perchè difficilmente un fioraio le prende  a prescindere, a meno che non vengano ordinate, e sono quindi anche più difficili da trovare.  Un altro fiore bianco per eccellenza è la calla, che spesso viene messo all’interno dei bouquet da sposa, perchè determinano la purezza della persona, ma sono fiori utilizzati ugualmente bianchi anche per qualche funzione funebre, soprattutto quando la persona deceduta è scomparsa in modo prematuro ed era particolarmente giovane di età. Quindi sostanzialmente, possiamo dire che i fiori bianchi vengono usati per lo più nelle ricorrenze particolari e non sono fiori di uso giornaliero.

Fiori gialli: significato e curiosità

Il giallo, da sempre ha significato “gelosia”. Si è tramandata la leggenda che chi regala un fiore giallo alla sua amata è perchè è morbosamente geloso e glielo vuol far sapere. Per esempio si racconta, anche però,  la leggenda del girasole, chi diventò così giallo, quasi dorato a seguito di una “chiacchierata” con il sole che vedendolo sempre triste e solo, gli chiese cosa c’era che non andasse, ed il girasole gli raccontò di essere deriso dagli altri fiori perchè era storto e smorto. E fu così che il sole gli regalò il suo bel colorito e lo chiamò girasole. A seguito di questa simpatica storiella, il giallo ha significato anche gioia e felicità ed ecco perchè si usa regalare fiori gialli o girasoli, nello specifico per lieti eventi come nascite, compleanni importanti o anniversari. Un altro fiore  giallo per eccellenza è la mimosa, che viene usato a scopi ornamentali e per la festa conosciuta a tutti come la festa della donna che ricade l’8 marzo. Il narciso giallo, invece, oltre ad essere bellissimo e spesso usato in aiuole o giardini a scopo ornamentale, per il suo intenso ma delicatissimo profumo, numerose aziende di profumi lo utilizzano per ricavarvi essenze dolci e inebriati. Infine il fiore giallo, possiamo dire che viene utilizzato spesso anzi oserei dire sempre, proprio per il colore che regala lucentezza ai giardini, gioia a chi lo riceve in regalo, e colore a chi lo acquista per ornare semplicemente il proprio giardino o la casa, nel caso di particolari fiori.

Non c’è una particolare preferenza, secondo me, per quanto riguarda i fiori, il fiore deve essere bello, e riempire anche una giornata uggiosa. Abbiamo imparato che i bianchi si regalano, ma abbiamo anche imparato che i gialli si comprano più spesso, e per nessun motivo in particolare. Comprate fiori sempre, soprattutto quando siete tristi, vi metteranno di buon umore.

Comments are closed.