Come redigere una lettera di presentazione

Mai come in questi tempi trovare un lavoro è diventato difficoltoso. Spesso il curriculum da solo non basta, alcune aziende richiedono di accompagnare alla candidatura oltre al classico curriculum una lettera di presentazione. Ma che cos’è questa lettera di presentazione?

La lettera di presentazione (detta anche lettera di accompagnamento o lettera di motivazione) è un documento che precede il CV e serve a dare al selezionatore una prima idea sulla personalità del candidato, della sua personalità stendendo per inscritto ciò che lo motiva a porre la propria candidatura al fine di ottenere un colloquio.

Consigli da seguire durante la stesura di una lettera di presentazione

La lettera di presentazione deve essere presentata  prima del curriculum vitae, perché essa lo anticipa in modo che quando ti (speriamo) selezionerà aprendo la tua busta,  troverà prima la tua lettera di accompagnamento, e solo dopo averla letta avrà accesso al tuo curriculum vitae.

Una lettera di presentazione deve essere compresa in un unico foglio. Il formato da adoperare per una lettera di presentazione deve essere un classico A4, di colore bianco.

Sintetizza il più possibile è una gran carta da giocare perché a nessuno piacere perdere tempo. Perciò fai in modo che la lettera di presentazione sia breve e coincisa in modo tale da avere rispetto, e dimostrarlo, del tempo che gli altri impiegheranno nel leggere la tua lettera.

All’interno della lettera di accompagnamento, il testo può essere diviso in quattro paragrafi.: nel primo, potresti spiegare chi sei e perché stai scrivendo, ricorda che sei alla ricerca di un lavoro.  Nel secondo potresti spiegare, brevemente, per quali motivi l’azienda dovrebbe scegliere noi  invece di un altro candidato, dettagliando i benefici che otterrà l’azienda se mai dovesse  di assumerti, mettendo in enfasi quelle che sono le tue motivazioni, il tuo entusiasmo, e tuoi futuri obiettivi professionali, puntando sulle tue qualità e competenze ecc. Nel terzo paragrafo ricordati di specificare che alleghi il tuo curriculum vitae ed inserisci la liberatoria per la privacy. Non stare a scervellarti, scrivi qualcosa del tipo “allego il mio curriculum vitae e La autorizzo al trattamento dei miei dati personali secondo quanto stabilito dal D.Lgs. 196/2003”. Nel quarto ed ultimo paragrafo, ringrazia e saluta la persona che leggerà la tua lettera di presentazione nonché chi (forse) ci recluterà.

Altre note da conoscere su una lettera di presentazione

La lettera di accompagnamento viene stesa adoperando la prima persona, mai la terza. Stessa cosa, se non lo sapessi, vale per il tuo curriculum vitae. Una lettera di presentazione che contiene errori o refusi è semplicemente ridicola. Rischieresti seriamente di venire scartato senza che il tuo curriculum vitae sia nemmeno letto. I selezionatori del personale possono essere intransigenti su questi motivi. Attivati nella ricerca di maggiori informazioni utili sull’azienda presso la quale vorresti lavorare, per mettere in evidenza la coerenza tra la tua candidatura e i valori dell’azienda nonché darai l’idea di aver almeno avuto la briga di capire a chi stavi scrivendo prima di inviare la tua candidatura.

Nel caso di una candidatura avvenuta via mail e non per posta ordinaria? Se l’invio del curriculum vitae avviene per e-mail, la  lettera di presentazione va redatta nel corpo dell’e-mail. Il curriculum vitae va allegato negli allegati. Ricorda sempre: la lettera di presentazione va sempre prima del curriculum.

Comments are closed.