Stipendio medico di base: a quanto ammonta?

Lo stipendio del medico di base, ovvero il medico di famiglia, ha riscosso molte polemiche perché risulta, secondo l’Smi (Swiss Market Index), troppo elevato, per alcuni sindacati, visto che è raggiunge quasi la stessa cifra di un medico dell’ospedale.

Come si diventa medico di base

Prima di capire quanto guadagna un medico di base, è necessario capire cosa bisogna fare per diventarlo. Dopo aver frequentato la facoltà di Medicina, l’aspirante medico deve passare l’esame di Stato, che oltre la prova scritta prevede anche un tirocinio di tre mesi.

Una volta ottenuta l’abilitazione professionale, occorre iscriversi all’Ordine dei Medici, conseguendo un diploma in Medicina Generale. Alla fine, si può fare domanda per essere inseriti nelle liste regionali delle Asl. Per salire nella suddetta graduatoria, bisogna ottenere più titoli possibili.

Quanto guadagna il medico di base e perché suscita tante polemiche?

Sembra che ogni medico di famiglia, guadagni circa 66 euro per ogni paziente che risiede nella zona in cui opera, di gran lunga inferiore a quelli della dirigenza medica, che guadagnano 192 euro per residenti.

Ogni medico può raggiungere un massimo di 1500 pazienti residenti, il che significa che può guadagnare una cifra massima che vada dai 100,000 ai 135,000 euro all’anno, senza contare che l’orario dei medici di base supera di gran lungo quello di uno studio medico.

Per i pazienti al di sopra dei 75 anni, si deve aggiungere la cifra annua di 16,43 euro, e se si ricopre anche l’incarico di ufficiale sanitario (anche se è un supplemento raro), si ha un’indennità mensile di 683 euro, che raggiunge un totale di 200.000 euro all’anno.

Nel 2015, il report riportato dall’Smi ha scatenato diverse polemiche, da parte di molti sindacati, tra i quali il Fimmg (Federazione Italiana Medici di Medicina Generale), perché risultava che un medico base guadagnasse 5800 euro al mese, per ventiquattro ore alla settimana, ovvero la stessa paga dei medici dirigenti degli ospedali.

Tuttavia, l’Smi è riuscito a calmare le polemiche, includendo altri fattori, come il territorio, il numero dei pazienti e l’anzianità della laurea.

Per quanto riguarda il territorio, sembra che la retribuzione del medico di medicina generale, in base ai dati del 2015, sia più alta nelle regioni dell’Emilia Romagna, del Veneto e del Piemonte. Nel Lazio, un medico di base guadagna annualmente 91,881 euro all’anno. Gli stipendi più bassi, invece, si trovano in Sicilia, in Basilicata ed in Calabria (nel rispettivo ordine).

Comments are closed.