Un menu light da realizzare durante le vacanze

Durante le vacanze estive o delle festività, come Pasqua o Natale, ci accorge di pesare qualche chilo in più, ed allora molti cercano di mangiare più leggero, seguendo possibilmente una dieta. Qui si può trovare un esempio di menu leggero, magari per il pranzo di un giorno di festa, con un primo, un secondo (vegetariano) e un dolce. Le ricette riportate sono per quattro persone.

Fettuccine alle verdure

Non c’è niente di meglio di un primo di verdure, e delle fettuccine con un condimento “verde”, sono di sicuro l’ideale. Chi lo desidera, può fare le fettuccine in casa.

Per preparare il condimento, bisogna cominciare a soffriggere a fiamma bassa, nell’olio, due spicchi d’aglio, un peperoncino piccante fresco e (se non si è vegetariani o vegani) quattro filetti di acciuga sgocciolati e sminuzzati, per un minuto o due.

Si versa nella padella 500 grammi di broccoletti (i cui gambi rovinati vanno scartati) affettati in maniera sottile, dividendo le cime a metà, e bisogna lasciarli saltare in padella per due o tre minuti, mescolando. Si aggiungono, poi, un mazzo di asparagi freschi tagliati in pezzetti di tre centimetri, ed un mazzetto di rucola sminuzzata, lasciando cuocere per altri due minuti, finché gli asparagi non sono cotti.

Si cuociono le fettuccine e si aggiungono alle verdure, lasciando un po’ di acqua di cottura per mantecare, e si versa il tutto in un piatto da portata, aggiungendo e mescolando del pepe nero.

Un’insalata vegetariana

Un’insalata può trasformarsi in un vero e proprio secondo, adatto a tutti, con gli ingredienti giusto, e se è fatta di sole verdure, può sicuramente essere leggero.

Si può preparare, ad esempio un’insalata di orzo con spinaci e pomodori secchi, lavando accuratamente 300 grammi di orzo accuratamente, e lessandoli in acqua bollente salata per un’ora, lasciandolo raffreddare, dopo averlo condito con olio.

Si mondano 300 grammi di spinaci novelli, lavandoli accuratamente e sminuzzandoli. Vi si aggiungono cinquanta grammi di pomodori secchi a pezzetti, due cipollotti tagliati ad anelli e cinquanta grammi di mandorle a lamelle.

In un’altra ciotola, si emulsionano uno spicchio d’aglio tritato, mezzo bicchiere di olio extra-vergine d’oliva, un pizzico di peperoncino e poco origano. Si versa questa salsa su tutti gli ingredienti, mescolando e lasciando insaporire per una decina di minuti. L’orzo va aggiunto per ultimo.

Mele cotte al forno

E’ meglio terminare con un dessert di frutta, un pasto leggero. Si possono fare delle insalate o macedonie di frutta, ma c’è chi le ama anche cotte.

Si possono prendere delle mele (2 per ogni persona), adagiandole in un recipiente per il forno, coprendole con della carta d’alluminio, dopo aver messo un cucchiaio di zucchero nell’incavo di ogni frutto. Si lascia cuocere in forno caldo a 250° per un’ora, evitando di aggiungere acqua o altro, in modo che restino appassite e dolci al punto giusto.

Comments are closed.