I migliori smartphone per i più giovani

Lo smartphone è uno degli accessori tecnologici con cui le nuove generazioni hanno più familiarità. Grazie alla loro diffusione capillare, ed anche al fatto che oggi il telefono cellulare va in molti casi a sostituire la linea telefonica fissa (un tempo necessaria per avere un aggancio a internet da casa), oggi non esiste praticamente persona che non ne possegga almeno uno (e questo in riferimento anche a persone non più giovanissime). Lo smartphone è comodo e pratico, grazie alla sua duplice natura di telefono cellulare e di piccolo computer palmare, e ne esistono per tutte le tasche e tutte le esigenze.

La classifica dei migliori smartphone per i più giovani

Esistono dei parametri che consentono di stabilire quali siano i migliori smartphone per i più giovani. Sicuramente, tra le funzioni preferite ci sono quelle che possano consentire un’interazione social, come una fotocamera di ultima generazione. Evitando di parlare di apparecchi costosi, per ovvi motivi (ad esempio perché si tratta di acquisti non alla portata di tutti), è certo che i migliori smartphone per i più giovani siano quelli che offrano un’ottima qualità ad un prezzo abbordabile. Eccone alcuni.

Huawei Honor 9: l’azienda cinese è ormai da qualche anno una delle marche di punta del settore, e con questo modello ha garantito ai più giovani una delle esperienze più esclusive nell’ambito dell’ascolto dei files musicali grazie alla tecnologia Huawei Histen 3D ed alle cuffie speciali realizzate da Monster, azienda leader in produzione di sistemi audio. Il tutto unito ad un design moderno e ad una connessione dati che viaggia ad alto livello. Il prezzo è ancora più alto della media, ma è assolutamente competitivo rispetto ai diretti concorrenti;

Huawei P8 Lite: è ancora la casa produttrice cinese a far segnare un altro punto a suo favore con questo smartphone che riesce a coniugare alta tecnologia ad un prezzo più economico del precedente Honor 9. Superato certamente dagli aggiornamenti portati dai nuovi modelli (è già sul mercato ormai da mesi il modello P10),  è comunque uno smartphone di tutto rispetto con processore octa-core, memoria esterna espandibile fino a 128 giga e due fotocamere posteriore ed anteriore di 12 e 8 megapixel;

Samsung Galaxy A3:  un prodotto di buon livello firmato Samsung, anche se lontano dagli  standard più alti dai “fratelli” che possono quasi competere con i prodotti di alta categoria della Apple. Le specifiche sono simili a quelle già elencate per il Huawei P8 Lite, con una fotocamera posteriore che risulta di poco più performante (13 megapixel in luogo di 12) ed una anteriore che lo è meno (5 megapixel anziché 8);

Meizu M3 Note: un’altra casa produttrice cinese che si sta facendo notare sul mercato per i suoi smartphone economici, belli e dalla costruzione pensata per resistere nel tempo. Il modello in questione permette anche di alloggiare nell’apposito spazio ben due schede sim, evitando al proprietario di doversi spostare con due cellulari. Questo smartphone è quello più a buon mercato tra i quattro presi in esami in questo testo.

Comments are closed.