Le donne potranno continuare ad andare in pensione prima?

Lavoro Donna Binocolo

Potranno le italiane andare in pensione prima dei 66 anni? Sui social network e tramite appelli al governo, migliaia di donne chiedono di prorogare la possibilità di lasciare il lavoro a 57 anni, a fronte di un taglio dell’assegno.

Grazie alla legge Fornero, dal 2018 andranno tutti in pensione a 66 anni e 7 mesi. Anche le donne.

Con il sistema retributivo la pensione si calcola in base agli stipendi degli ultimi anni, con quello contributivo, invece, si considerano tutti i contributi versati durante il corso della vita.

Per chi ha i contributi ma ha raggiunto l’età nel 2016, nulla è possibile e da qui la richiesta di proroga.

Un nuovo decreto ha appena stabilito che chi maturerà il requisito anagrafico richiesto entro fine 2018 potrà, negli ultimi anni di lavoro, chiedere l’opzione di un part-time con l’azienda al 40-60% dello stipendio. In questo modo la giornata di lavoro sarà più breve ma i contributi verranno versati per intero. Questo tipo di contratto è riservato ai dipendenti privati.

In questi giorni si parla anche di altri provvedimenti sulle pensioni previsti per il 2017.

Dovrebbe scattare la pensione anticipata, intono ai 62-63 anni di età, rinunciando all’8-10% dell’assegno.

Potrebbe cambiare il meccanismo della reversibilità: non verrebbe più concessa in automatico ma in base al reddito Isee e di chi ne è beneficiario.

Inoltre, il presidente Renzi ha promesso altri 80 euro in più al mese per le pensioni minime, il cui importo per quest’anno sarà 501 euro.

Comments are closed.