Il Turing Phone, lo smartphone più sicuro che mai

turing phone 2In America lo hanno già ribattezzato «il telefono anti Fbi». Si chiama, Turing Phone in onore di Alan Turing, il crittografo e matematico inglese considerato il padre dell’informatica dell’intelligenza artificiale.

Fu Turing, infatti, ad inventare la macchina per decifrare i messaggi in codice che i tedeschi si scambiavano durante la seconda guerra mondiale.

Il contenuto di questo telefono è crittografato, addirittura, con un sistema di cifratura militare anti hacker. Il Turing Phone offre, inoltre, una e-mail tutta sua e persino un social network non intercettabile.

Anche le telefonate tra due Turing Phone non possono essere spiate o ascoltate nemmeno dalla polizia. Non è un caso che il lancio pubblicitario del telefono avvenga proprio adesso, dopo il clamore per la vicenda dell’iPhone usato dai terroristi in California, violato dall’Fbi contro il volere di Apple. Situazione a mio avviso discutibile: se neanche le forze dell’ordine potranno visionare i contenuti dei cellulari come verranno svolte le prossime indagini?

E’ il caso, in questo periodo storico, di essere così blindati anche nell’ipotesi terrorismo?

Come faranno i nostri eroi a scoprire i piani dei cattivi senza l’accesso ai loro dispositivi?

Per adesso sembra che in pochi si pongano queste domande.

Le prevendite dello smartphone in questione hanno fatto il tutto esaurito: 10 mila pezzi da 870 dollari hanno trovato un acquirente che riceverà il telefono agli inizi di giugno.

Il cellulare è impermeabile e può essere usato persino durante un’immersione, lo schermo touch protetto  da Gorilla Glass 4 non si rompe e non si graffia, la scocca è in Liquidmorphium, una lega di metallo più dura di titanio e acciaio.

Sembra più una macchina da guerra che un telefono.

Comments are closed.