Mustang: un film che fa riflettere

mustangLe strade di Istanbul e di Ankara si riempiono ogni giorno di ragazzi e ragazze che manifestano contro il presidente Erdogan, che cercano e chiedono libertà, che invocano il diritto all’uguaglianza e all’istruzione.

E’ proprio questo che la regista Deniz Gamze Erguven porta al cinema.

Mustang racconta cosa significhi essere una ragazza oggi in Turchia: la donna è considerata solo moglie e madre, non ha libertà nè diritti, non può scegliere ciò che vuole per se stessa, non ha diritto ad un’adeguata istruzione o a lavorare dove più le piace. Tutto questo le è negato perchè la storia del suo paese non si evolve, non si aggiorna ma rimane fortemente ancorata ad un passato di oppressione e maschilismo.

Da qui l’idea di narrare la storia di 5 sorelle che si ribellano alle tradizioni, punite e chiuse in casa solo perchè avevano giocato con dei compagni di scuola maschi, un oltraggio!

Faranno di tutto per sfuggire alla legge islamica e ad uno zio severo ed opprimente.

Il film è stato presentato al Quinzaine des Realisateurs al Festival di Cannes 2015 riscuotendo un gran successo. Ha vinto il premio Label Europa Cinemas: è considerata un’opera che lascia ben sperare nel futuro e che pone le basi per una profonda riflessione in tema di violenza e abusi sulle donne.

« Oggi la società s’interroga sulla difesa dei diritti elementari come l’educazione delle ragazze. E’ una strada lunga, ma ho fiducia nel domani del mio Paese» afferma fiduciosa la regista del film.

Comments are closed.